Back

Ultradestra a convegno: rigurgiti di passato

La destra, quella dura e retriva, antiabortista e anti diritti civili si riunisce a Verona in difesa della famiglia tradizionale e soprattutto contro i diritti civili. Ma anche inserita in una più ampia strategia politica internazionale.

I prossimi 29-31 marzo, a Verona, si terrà la tredicesima celebrazione del World Congress of Families; una potente lobby americana dedita alla promozione di ideali ultraconservatori e all’unificazione di tutte le realtà mondiali antiabortiste, antigay e a favore della “famiglia tradizionale”.

A dare il benvenuto nel nostro Paese è un nutrito gruppo della coriacea destra italica: Matteo Salvini, il Ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana, Forza Nuova, Giorgia Meloni, Simone Pillon.

Attenzione però! Se sono ben note le bestie nere di questi signori (aborto, emancipazione sessuale, libertà della donna, diritti dei gay, famiglie allargate, etc…), molto meno chiaro è il contesto internazionale entro il quale si muovono queste destre estreme in cerca di unità, e dal quale sono sospinte.

Sarebbe infatti riduttivo e auto-ingannatorio guardare a questa reunion ultraconservatrice come a un’adunata di un mondo che, forte di una “congiuntura” culturale favorevole e della potenza comunicativa dei social, vuole semplicemente rialzare la testa e fuoriuscire dal ristretto perimetro politico abituale (anche perché ormai si tratta di realtà di governo negli USA come in mezza Europa, Italia inclusa).

Mai come in questo caso è facile ma altrettanto fallace individuare una contrapposizione valoriale fra destra all’attacco e sinistra in difesa. Questi alfieri di un malinteso ritorno al passato sono infatti uno dei bracci operativi di una realtà ben più complessa: l’internazionale sovranista, ossia quell’insieme di governi e lobbies neonazionalisti nemici giurati della cooperazione internazionale, dell’Atlantismo, dell’integrazione culturale, politica ed economica dell’Occidente e in particolare dell’Europa. Tra i frutti del demonio bisogna anche annoverare la globalizzazione, il capitalismo, la socialdemocrazia, l’accoglienza ai migranti, la libertà sessuale, l’emancipazine femminile, l’aborto, le lotte LGTBI. Nemmeno la scienza sfugge alla ghigliottina dei sovranisti.

Sono invece cose buone e giuste l’isolazionismo, la guerra dei dazi, la chiusura di porti e frontiere, l’autarchia economica e culturale, la violenza verbale, il ricorso alla sovversione delle regole democratiche.

Infine, è di rigore essere filorussi e antiamericani. Ovviamente, escluso Trump e i fondamentalisti teocon.

Insomma, una realtà double face che da sempre pesca a destra come a sinistra. Da qui la denominazione di “rossobrunismo”. E se il World Congress of Families è un perfetto concentrato delle istanze con cui l’internazionale sovranista raccoglie consensi a destra, esiste una parte del massimalismo di sinistra che in modo complementare intercetta il favore di chi sui diritti civili la pensa esattamente all’opposto. Il colpo di genio consiste nel far convergere questi due mondi apparentemente in lotta fra loro, in un unico esercito, che marcia compatto verso i comuni nemico, il progresso, l’illuminismo, la collaborazione fra i popoli. Nemici indicati dall’alto ma in grado di distrarre le due anime che costituiscono il fronte sovranista, rossa e nera, dalle rispettive battaglie di parte.

Mauro Pasquini

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup