Stretto di Gibilterra, il nuovo fronte dell’immigrazione

Stretto di Gibilterra, il nuovo fronte dell’immigrazione

Ceuta, l’enclave spagnola situata sul versante africano dello Stretto di Gibilterra, sta diventando il nuovo fronte caldo dell’immigrazione dall’Africa all’Europa. Mentre in Europa ancora si cerca un accordo per rispondere in modo unitario e ragionevole al problema degli sbarchi, la spinta migratoria ha già individuato uno sbocco alternativo ai tradizionali siti di partenza dei barconi, situati per lo più nelle zone intra-mediterranee delle coste maghrebine. Lo Stretto di Gibilterra diventa così il nuovo sito di accesso all’Europa.

Nel luglio scorso 800 persone hanno assaltato una recinzione tra il territorio marocchino e quello della città autonoma di Ceuta (foto), con l’obiettivo di raggiungere poi il territorio spagnolo.

La risposta della polizia marocchina consiste al momento nel trasferimento forzoso in altre zone del Paese di coloro che tentano illegalmente di attraversare il confine. Una misura che però risulta vana. Durante i trasferimenti molti migranti riescono a liberarsi e ritornano nella striscia di terra fra Tangeri e Ceuta, andando a nascondersi nelle aeree boschive, in attesa di tentare una nuova fuga verso la Spagna.

Di questa assurda odissea l’Europa deve farsi carico, con una strategia unitaria, pragmatica, che rifugga egoismi e nazionalismi.

Red

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup