Storia Mare e Misteri di Calabria

Storia Mare e Misteri di Calabria

Addentratevi in Calabria e spingetevi fino al mare sul litorale costiero jonico: qui scoverete il Castello Federiciano di Roseto Capo Spulico. Fu eretto in epoca medievale su una scogliera a picco sul mare. Si narra che venne costruito sui ruderi di un antico monastero a sua volta eretto sulle rovine di un tempio pagano. Negli scritti di San Vitale da Castronuovo si legge che venne fondato nel X secolo.

Al tempo i fratelli Ruggero I di Sicilia e Roberto il Guiscardo erano impegnati nelle conquiste del sud Italia, compresa la Sicilia. Il Castello aveva così la funzione di divisione territoriale fra i due. Nel XIII secolo cominciò ad essere utilizzato come fortezza militare, grazie anche al fatto che possedeva due torri, fondamentali per l’avvistamento dei nemici sia via terra che via mare. E’ con Federico II che la struttura si inserisce nel “Piano dei Castelli” del 1230. Aveva una cinta muraria merlata, stalle, prigioni e le camere del feudatario. Sono diverse le vicende, le ipotesi e gli interrogativi sulla struttura. Secondo studi recenti si può dare veridicità alla leggenda che nel Castello fu custodita da Federico II la Sacra Sindone.

L’imperatore aveva inoltre un’intesa segreta con l’Islam; come si può notare infatti il Castello riproduce il Tempio di Gerusalemme, rivolto verso Oriente, con la sua pianta trapezoidale e il Sigillo di Salomone, realizzato in pietra sul pavimento di una stanza, che rappresenta la stella di Davide ossia la stella a sei punte degli ebrei. Attualmente all’interno del Castello è presente un ampio cortile che si chiude in un arco alle cui estremità ci sono una rosa e un giglio, stemmi del Tempio dell’Ordine Circense. Da qui si posso visitare le scuderie; addentrandosi ci sono poi i saloni e le stanze arredate in stile medievale.

E’ singolare la posizione arroccata sulla roccia. Una volta visitato il Castello si può passeggiare lungo il mare, per poi addentrarsi nelle campagne vicine in cerca di una azienda che vi farà gustare le specialità del luogo. Qui potrete mangiare la regina dei salumi, la “Soppressata” in dialetto calabrese, in quanto la forma del salame è schiacciata. Insaccato e stagionato in budella di suino, preparato con carne derivata dal prosciutto, dalla spalla e dal lardo, con l’aggiunta di aromi naturali. Un solo boccone è capace di sprigionare mille sapori. E questo è solo un antipasto di benvenuto. Come non sfruttare tutto il mare a disposizione? Inizia il periodo delle seppie, perfette per un buon risotto. Munitevi subito di qualche pescetto per improvvisare un brodo con cui cuocerete poi il riso. E ora la parte più gustosa: in una pentola mettete l’aglio e la cipolla (ovviamente quella di Tropea) e dopo averle fatte rosolare per bene metteteci le seppie a pezzetti. Poi preparate due bicchieri di vino, uno per sfumare il pesce… e l’atro per voi! A questo punto aggiungete il riso e con il brodo finite la cottura. Un piccolo tocco finale che darà un grande risultato: grattate la buccia di un limone sul riso, così il piatto sarà fresco ma saporito.

Ed ecco che si mescolano così storia, mare e misteri di un luogo tutto da scoprire.

Maria Noce Forti

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup