L’Umbria misteriosa: Scarzuola

L’Umbria misteriosa: Scarzuola

In Umbria, nella frazione Montegiove del comune di Montegabbione, provincia di Terni, c’è Scarzuola, una località rurale conosciuta per la presenza del convento in cui dimorò san Francesco d’Assisi. Qui, il santo costruì intorno al 1218 una capanna laddove aveva piantato una rosa e un alloro e proprio in questo luogo sgorgò una fontana. Questa capanna fu realizzata con la Scarza, una pianta palustre, da cui deriva il nome “Scarzuola”. In questo luogo così simbolico, i conti di Marsciano ordinarono intorno al 1282 di costruirvi una chiesa denominata “Della Scarziola” appunto, affidata fino al ‘700 ai Frati Minori, i quali eressero anche un convento.

L’importanza di questo sito è cresciuta nel XX secolo, quando Giò Ponti e Tomaso Buzzi, architetto e fondatore della rivista di architettura “Domus”, realizzarono nel 1956 la “Città Ideale”, detta “Buzziana”, un’opera surreale, ispirata a Villa Adriana, a Villa D’Este, al Parco dei Mostri di Bomarzo, ai sette edifici dell’Acropoli di Atene, al Vittoriale di D’Annunzio e agli effetti ottici del grafico olandese Escher.

Buzzi e Ponti concepirono questo luogo come il regno della coscienza, in cui il visitatore può effettuare un vero e proprio percorso iniziatico, che tra statue simboliche, anfiteatri ed edifici dagli stili più disparati, conduce ad una maggiore consapevolezza di sé. Lo stile impiegato nella Città Ideale, è neomanieristico, che si incrocia talvolta ad un certo surrealismo geometrico e antropomorfico.

Attraversate le tre porte, quella della Gloria Dei, della Mater Amoris e della Gloria Mundi, ci si accorge di essere in un vero labirinto, circondato da originalissime costruzioni, che formano 7 scene teatrali diverse, metafore della vita di ciascuno. Ovviamente queste scene non si concludono mai, perché simulano il viaggio della coscienza, sempre in movimento, destinata ad errare eternamente per arrivare ad una verità.

Alla morte di Buzzi, nel 1981, la proprietà dell’area passò al nipote Marco Solari, che ne continuò la costruzione, seguendo il progetto originale dello zio. Oggi la Città Ideale è praticamente conclusa.

Maria Panariello

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup