Il (tardivo) risveglio dell’ANPI

Il (tardivo) risveglio dell’ANPI

Nulla è più indicativo dello stato delle nostre istituzioni che sentire e vedere cittadini italiani vittime di soprusi degni del Ventennio fascista o della Germania nazista.

Ottavia Piccolo è stata fermata dalla Polizia al Lido di Venezia. Motivo: indossava un foulard dell’ANPI. Questa è l’Italia governata dalla Lega e dai grillini. Sì, anche dai grillini, che una sinistra fantasma in cerca di un corpo (elettorale) da abitare, sapendo di mentire,ha individuato e ancora individua come interlocutori naturali.

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, che (è sempre bene ricordare) assieme alla Lega, a Forza Nuova, a Berlusconi e agli stessi grillini paventava rischi per la democrazia dalla riforma Boschi, aveva decisamente sbagliato la “bestia nera” da combattere. Eppure non era difficile. Quel linguaggio, quelle minacce, quei proclami e anche quelle apologie sono da sempre nel DNA tanto della Lega quanto del M5S.

Ora che avere indosso il simbolo dell’ANPI è diventato motivo sufficiente per essere fermati, speriamo che tanto chi guida l’associazione quanto chi più in generale ha fatto parte del poderoso brainstorming che avrebbe scongiurato la “dittatura” nel 2016, rientri da Marte e soprattutto torni in se stesso, e smetta di utilizzare il proprio tempo, le proprie energie, e il nome che porta per combattere comodamente i mulini a vento e continuare a scappare dal confronto con la realtà, dalla sfida con i veri nemici della democrazia.

Basta assecondare spicciole beghe politiche di bottega! Resistenza e Antifascismo non sono cimeli di partito, soprattutto se i microscopici partitini che se ne appropriano indebitamente, tutti presi dalla fuga dall’estinzione, fanno i lustrascarpe della peggiore destra della nostra storia repubblicana.

Dimostrate che testimoniare ufficialmente la Resistenza non è diventato uno sport! Provate a fare almeno un centesimo del casino fatto due anni fa per la riforma costituzionale.

Insomma, fate Resistenza, se ancora vi ricordate come si fa.

Mauro Pasquini

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup