Gibilterra: la Rocca della discordia

Gibilterra: la Rocca della discordia

Le popolazioni greche ed antiche ed in genere quelle del Mediterraneo consideravano la Rocca di Gibilterra come una delle due colonne d’Ercole oltre il quale finiva il mondo. La Rocca al confine meridionale della regione dell’Andalusia in territorio spagnolo è una colonia britannica acquisita dal Regno di Londra dal 1713 ed oggi è una delle 50 regioni europee nelle quali la Brexit – a poco più di sei mesi dalla sua operatività – rischia di creare parecchi danni all’economia.

Tanto per cominciare al referendum sull’uscita o meno del Regno Unito dall’Unione Europea la popolazione di Gibilterra ha votato no nel 96% degli aventi diritto al voto. The Rock come la chiamano gli inglesi è il motore economico di quest’area del sud della Spagna: le stime raccontano che produca il 26% del prodotto interno lordo.
E non crea solo occupazione. Le aziende della zona esportano beni e servizi a Gibilterra.

Ogni giorno, circa ottomila spagnoli attraversano il confine tra Spagna e Gibilterra in auto, a piedi e in bicicletta per lavorare sulla rocca.

Molti di loro sono preoccupati per Brexit. Hanno paura di perdere il lavoro o che saranno obbligati a richiedere un visto, il che significa che le code andranno avanti all’infinito :”Invece di impiegare cinque minuti per attraversare il confine, potrebbero volerci tre o quattro ore” spiega un’impiegata.

Insomma la Brexit è fonte di preoccupazione permanente a Gibilterra. Molte aziende importano prodotti freschi in arrivo dall’Europa. E per loro è essenziale che il traffico al confine rimanga fluido. Alcuni abitanti però la vedono come un’opportunità per risolvere alcune controversie che sono in sospeso con la Spagna da troppi anni.
Madrid, per esempio, ha lasciato da parte la questione della sovranità. Ma aspira ad usare Brexit per risolvere altri problemi. Principalmente, l’uso comune dell’aeroporto di Gibilterra … la fine degli scarichi inquinanti nel mare, e la lotta contro il contrabbando di sigarette.

Il punto più dibattuto è quello sulla trasparenza fiscale sul quale tra Spagna e Regno Unito non c’è un accordo definitivo pur essendoci una condivisione di obbiettivi.
L’accordo tra Madrid e Londra sembra davvero vicino. Ma in caso di fallimento, la Spagna potrebbe escludere Gibilterra dall’accordo su Brexit e il suo periodo transitorio.

Eduardo Lubrano

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup