Perchè la Cina investe in Madagascar

Perchè la Cina investe in Madagascar

Il caso del Madagascar è il classico esempio di un paese, un isola, la più grande del continente africano, dove si mescolano in modo esponenziale tutte le contraddizioni del mondo moderno.

Il Madagascar è uno dei paesi inserito nel progetto “Road and Belt” del governo cinese del quale abbiamo scritto in un’altra occasione sul Journal. Cosa può offrire uno dei paesi più poveri del mondo in cambio della montagna di soldi dei cinesi? La vaniglia che avendo un processo di maturazione molto lungo è molto costosa, certamente la pesca, forse l’abbigliamento. Ma con maggior precisione i minerali che si trovano nel suo sottosuolo ricchissimo soprattutto di zaffiri. Ed il petrolio di cui i dirigenti malgasci hanno recentemente scoperto grandi giacimenti. Inoltre tutto ciò che viene esportato dall’isola costa molto perché deve essere portato via con gli aerei o con le navi.

L’altra grande risorsa è il turismo che attira visitatori da tutto il mondo. E che impiega in un modo o nell’altro quasi tutti i giovani dell’isola che alla fine preferiscono non scappare in cerca di un posto migliore, visto che comunque fuggire da un’isola non è mai un’operazione semplicissima.

E’ un paradiso terreste nel quale abitano specie animali introvabili da altre parti – come i lemuri – o dal quale arrivano prelibatezze che amiamo gustare noi occidentali e non solo come la vaniglia o le aragoste dell’isola. E’ un habitat naturalistico di incommensurabile bellezza e ricchezza per tutto il pianeta caratterizzato dalla presenza di foreste pluviali, spiagge e barriere coralline. Nei pressi della capitale, Antananarivo, si trova il sito archeologico di Ambohimanga, un complesso di palazzi reali e sepolture che sorge sulla cima di alcune colline, oltre al Viale dei baobab, una strada sterrata fiancheggiata da alberi secolari.

Politicamente si parla di democrazia ma la censura e la negazione dei diritti civili sono all’ordine del giorno. Le storie di queste ultime settimane parlano di violenze per una legge elettorale. Quella approvata prevede che un candidato alla presidenza debba presentare un resoconto contenente tutte le sue condanne giudiziarie. Ciò impedisce ai principali candidati dell’opposizione di candidarsi alle prossime elezioni previste per novembre. Perché Marc Ravalomanana, cacciato dal potere con un colpo di Stato nel 2009 e Andry Rajoelina, che era stato l’artefice del colpo di Stato con l’aiuto dell’esercito e guidò la più grande isola dell’Africa fino a quando non è stata ripristinata la democrazia nel 2013 qualcje problema con la giustizia ce l’hanno e dovrebbero presentare quindi quel resoconto che non gli consentirebbe di candidarsi.

I manifestanti chiedono le dimissioni del presidente Rajaonarimampianina accusato di non aver fatto nulla per limitare la corruzione dilagante. L’attuale presidente a sua volta sostiene che i dimostranti stiano in realtà tentando un colpo di Stato contro di lui.

Crisi politica e crisi economica che vanno a braccetto in questo caso perché il Madagascar è uno dei pochi paesi al mondo che è diventato più povero tra il 1960 e il 2010, cioè nei 50 anni nei quali l’economia si è espansa dappertutto. L’isola ha subito diversi colpi di stato e periodi di violenta instabilità. Eppure in questa occasione pare che l’esercito non sia coinvolto. Addirittura i capi della polizia e dell’esercito hanno duramente richiamato i leader politici a far di tutto per risolvere la situazione.

Eduardo Lubrano

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup